Tenere pulito il pavimento della nostra abitazione è molto importante per garantire l’igiene degli ambienti e valorizzare esteticamente le stanze.

Molto spesso però, quando si va a detergere il pavimento, si tralascia un dettaglio fondamentale ovvero la pulizia delle fughe. Quest’ultime rappresentano lo spazio che separa le piastrelle l’una dall’altra ed è lì che si annidano maggiormente lo sporco e la polvere.

Col tempo le fughe tendono a scurirsi ed a diventare antiestetiche, peggiorando il livello di igiene dei nostri ambienti.

Anche passando lo straccio tutti i giorni il risultato non cambia. Per avere un pavimento splendente ed igienizzato, diventa fondamentale la pulizia delle fughe tra le piastrelle.

Scopriamo insieme come agire e quali prodotti utilizzare.

Bicarbonato

Il bicarbonato di sodio è uno di quei prodotti che non possono mai mancare all’interno di una casa. Dai molteplici utilizzi e benefici, corre in nostro aiuto anche nella pulizia delle fughe rendendosi davvero efficace!

Si può utilizzare diluito preparando una soluzione liquida in uno spruzzino (circa 50 gr di bicarbonato in 500 ml di acqua). Funziona per una pulizia rapida, specialmente contro singoli schizzi di sporco prodotti durante le cotture.

In alternativa potete anche preparare una pasta densa mescolando (100 gr di bicarbonato con 200 ml di acqua).

Una volta spalmato il composto ottenuto sulle fughe va lasciato agire per almeno 20 minuti in modo da ammorbidire i residui di sporco.

Trascorso il tempo necessario si può procedere con lo sfregamento, utilizzando una spazzola da bucato oppure una spugna non troppo abrasiva.

Successivamente risciacquate e vedrete le vostre fughe splendere!

Acqua ossigenata

Se le fughe sono particolarmente sporche e incrostate, allora è utile ricorrere all’acqua ossigenata a 130 volumi. Dotata di un’ottima azione disincrostante e sbiancante è la soluzione giusta per le macchie più ostinate.

Va applicata e versata direttamente sulle fughe del pavimento mentre si spazzola energicamente con uno spazzolino da denti.

Se lo sporco dovesse resistere ancora, non perdetevi d’animo, abbiamo un’altra alternativa per voi.

Miscelate insieme acqua ossigenata con un pò di fecola di patate, tenendo come quantità di riferimento un bicchiere di acqua ossigenata per tre cucchiai di fecola di patate.

Applicate il prodotto sulle fughe e lasciatelo agire per un pò, successivamente pulite con un panno bagnato.

Aceto di vino bianco

Altro immancabile alleato per le pulizie è l’aceto di vino bianco, le cui proprietà antimicotiche, deodoranti e antibatteriche lo rendono un prodotto particolarmente indicato ed efficace per la detersione delle fughe.

Potrete utilizzarlo sia puro, versandolo direttamente sulle fughe e strofinando con uno straccio, oppure decidere di diluirlo con dell’acqua bollente per spruzzarlo sulle parti da trattare.

In questo caso, sarà necessario far agire la soluzione una decina di minuti prima di strofinare.

Alta temperatura

L’alta temperatura è un ottimo alleato per sconfiggere lo sporco recidivo delle fughe del pavimento. Rappresenta la soluzione meno aggressiva sui pavimenti e probabilmente anche una di quelle più efficaci.

Esistono in commercio dei pulitori a vapore che svolgono un’azione battericida e sono in grado di pulire lo sporco più ostinato. Se volete un risultato brillante questo è il rimedio che fa per voi.

Ricordatevi sempre di non utilizzare prodotti chimici, che potrebbero danneggiare il pavimento e corrodere le fughe.

Detto ciò, siete pronti a far risplendere i vostri pavimenti?

Come ti senti?

0
0
0
0

Ti potrebbe piacere

Altro in:Consigli